Come abbiamo utilizzato le donazioni ricevute dai lavoratori e dalle imprese

Confindustria – CGIL – CISL – UIL sono intervenute in Nepal in favore della popolazione colpita dal sisma del 2015 come hanno fatto in passato in soccorso delle vittime dello Tsunami in Sri Lanka, del terremoto in Abruzzo nel 2009 e in Haiti nel 2010.

Il Comitato Nepal è composto da Confindustria – CGIL – CISL – UIL che in Nepal hanno promosso l’intervento di CCS Italia, organizzazione presente nel paese dal 2004, per portare soccorso a più di 200 famiglie e a 1600 studenti dei distretti di Chitwan e di Makwanpur.

Subito dopo gli eventi sismici, CCS Italia e il Comitato Nepal si sono attivati con le autorità e le comunità locali per elaborare una strategia volta a sostenere la riattivazione delle attività economiche e produttive e la ripresa della frequenza scolastica.

Con il completamento del progetto durato 8 mesi, CCS Italia e il Comitato Nepal hanno messo al centro donne e uomini valorizzando la loro capacità di identificare i bisogni prioritari e di ideare soluzioni che si integrino nel tessuto economico, sociale e culturale in modo efficace. Per favorire la piena partecipazione delle persone colpite dal sisma è stato utilizzato un approccio di tipo comunitario attraverso il quale i diretti beneficiari si sono resi protagonisti e attori attivi del processo di cambiamento.

Dal punto di vista operativo, dopo un’attenta mappatura iniziale dei bisogni e puntuali attività di formazione tecnica e organizzativa, il progetto ha contribuito al sostegno degli enti locali, delle cooperative agricole e artigiane, dei comitati scolastici e delle associazioni di madri mirate alla riattivazione delle principali attività economiche che sono alla base della sostenibilità della popolazione residente in zone montuose spesso isolate: coltivazioni agricole, produzione orticola e vivaistica, piccoli allevamenti, attività di trasformazione, conservazione e vendita legate alla filiera agro alimentare.

Il progetto ha poi riabilitato e migliorato le infrastrutture scolastiche danneggiate dal sisma in 5 villaggi nei distretti di Chitwan e Makwanpur, agevolando a la ripresa del normale ciclo delle lezioni per gli studenti e migliorando le condizioni igienico sanitarie dei bagni e delle

Confindustria – CGIL – CISL – UIL sono intervenute in Nepal in favore della popolazione colpita dal sisma del 2015 come hanno fatto in passato in soccorso delle vittime dello Tsunami in Sri Lanka, del terremoto in Abruzzo nel 2009 e in Haiti nel 2010.

Un aiuto diretto e concreto a chi ha bisogno da parte dei lavoratori e delle imprese